Ultimi Post

giovedì 7 marzo 2013

Italia: Il Rischio "Atomico" dell'ABISSO GENERAZIONALE

Mentre la Casta&il PDmenoL
continuano a pensare soprattutto alla loro sopravvivenza personale...
guardiamoci
questo GRAFICO ALLUCINANTE:
si evidenzia una DISOCCUPAZIONE GIOVANILE
che in Italia ha toccato il RECORD del 38,7%.


Ed adesso SCHEMATIZZIAMO a grandi linee...
In una Nazione a caso....;-)
mettiamo di avere
PRIMA
una Generazione che in media ha avuto lavoro stabile, stipendi in crescita, maggiori diritti sul lavoro, potere d'acquisto in crescita, possibilità di accumulare risparmi, aumento del benessere e del livello culturale, servizi sanitari e pensioni garantiti, possibilità anche per un operaio di comprarsi prima casa e casa vacanze etc etc
POI
la Generazione successiva vede man mano tutti i sopracitati PLUS diminuire o svanire del tutto ma sta ancora in piedi attingendo alla ricchezza accumulata ed aggrappandosi alle macerie di quello che rimane del retaggio precedente
POI
il VUOTO, L'ABISSO GENERAZIONALE rappresentato da quel grafico di cui sopra .............

 L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE NON GODE DEL PRIVILEGIO DEI SUSSIDI STATALI.
CLICCATE SUI VIDEO PUBBLICITARI
 


da una nuova generazione post-atomica
che non ha più nemmeno un lavoro 
e non ha nemmeno speranze di trovarlo nel breve, 
che non ha più diritti, non ha più pensione, ha una sanità sempre più pagamento,
che ha un livello culturale in calo e che al massimo sta in affitto (sempre che riesca a pagarlo)
e col caxxo che si può permettere di comprare una casa...
al massimo non rimane che emigrare....semprechè uno ne abbia il coraggio e/o che i morsi della fame lo pungolino a sufficienza...
ed INFINE...
alla GENERAZIONE ancora DOPO a QUESTA CHE SUCCEDERA'?
CHE SUCCEDERA' ALL'ITALIA DOPO AL VUOTO DELL'ABISSO GENERAZIONALE???

Ci avranno pensato i Grandi Saggi che continuano a menarcela che l'Italia avrebbe un Debito Pubblico sostenibile...così (nel frattempo) possono continuare a speculare su BTP&affini?
Perchè magari ADESSO
possiamo ancora sostenerci alla bell'è meglio (e già facciamo fatica)
ma nel periodo post-atomico
che presto verrà dopo all'ABISSO GENERAZIONALE di cui sopra...
CHE SUCCEDERA' ALL'ITALIA??

Concetti come 
"Bancarotta dell'Italia", "Sostenibilità del Debito e delle Pensioni", "Povertà diffusa", "Tensioni e scontri sociali", "Sudamericanizzazione delle Economie Avanzate" (vedi link per andare alle mie antiche profezie) "De-industrializzazione", "Involuzione delle Democrazie" etc etc
dovrebbero trovare maggiore spazio nella gerarchia delle nostre priorità
rispetto a tutte quelle STRONZATE che vi continuano a propinare i mass-media-a-libro-paga-della-casta...od i blogger-bancari-mascherati-da-predicatori...;-)
vedi mia antica&triste profezia del 2010: Ci stanno sostituendo (od almeno ci stanno provando...)

E chiara la schematizzazione che vi ho fatto?
SE "SALTEREMO" IN TOTO una GENERAZIONE&1/2...CHE SUCCEDERA'? 
Bruceremo tutto? Consumeremo Tutto?
Io credo che L'UNICO che abbia colto e capito questa DEVASTANTE Tendenza
e che stia proponendo (a modo suo) delle POSSIBILI SOLUZIONI
sia il M5S/Beppe Grillo...nel bene e nel male...

Già il 13 febbraio 2012 anticipavo in un mio illuminante post:

Disoccupazione Giovanile: un leading indicator?


















Ho definito varie volte (in modo non molto ortodosso) la disoccupazione giovanile

come un leading indicator che ci da un'idea di come si configureranno i tassi di disoccupazione nei prossimi anni all'interno delle economie ex-avanzate,
grazie alla globalizzazione selvaggia (distruzione dei tessuti produttivi e dei posti di lavoro qui da noi)
ed all'equalizzatore globale (tendenza all'equalizzazione dei compensi tra 3.000 euro in Cina compreso involtino primavera e 30mila euro qui da noi compreso Iphone...)
vedi nel mio blog: E l'Equalizzatore Globale che fa? Equalizza naturalmente!...

Infatti adesso ci sono ancora un sacco di persone di 40-50 anni che lavorano con vecchi contratti a tempo indeterminato e che abbassanno la media del tasso di disoccupazione
ma quando questi "brontosauri" si estingueranno
allora il mercato del lavoro assomiglierà sempre di più a quello che vediamo anticipato nella componente giovanile
sia come tipi di contratti, che come retribuzioni,
che come tasso di disoccupazione (vedi dati Eurostat under-25 sotto riportati)
Nuovi assunti prima metà 2011: 8 su 10 precari
Lavoro, il rapporto Istat: «Solo il 19% a tempo indeterminato».

Il calcolo naturalmente è spannometrico
perchè molti giovani ormai......arrivano sul mercato del lavoro anche dopo i 25 anni
e perchè i giovani sono per definizione un elemento debole ed acerbo del mercato lavorativo: hanno meno esperienza/skills e dunque entrano sul mercato in posizioni deboli per poi in teoria avere forti possibilità di rivalutazione e di crescita della loro posizione lavorativa.

Il problema è che questo processo
di "rivalutazione", d'incremento salariale e di conquista di maggiori sicurezze e garanzie (compatibili con età lavorative più avanzate che ti concedono minori "margini di manovra")
si sta man mano indebolendo se non addirittura volatilizzando.
Dunque ha sempre più senso guardare al mercato lavorativo dei giovani ed al tasso di disoccupazione giovanile come ad una specie di sfera di cristallo che ci anticipa cosa accadrà nella fase III della globalizzazione selvaggia.
vedi nel mio Blog E l'Equalizzatore Globale che fa? Equalizza naturalmente!...

Ecco una deprimente CLASSIFICA
della disoccupazione giovanile in Europa (dati eurostat, under 25)
Su 27 Paesi Europei,
L'ITALIA SI COLLOCA A FONDO CLASSIFICA
AL 23° POSTO...
Peggio di noi solo Lituania, Slovacchia, Grecia e Spagna...

Che possiamo dire a questo 31% di giovani disoccupati (bamboccioni) italiani?
Strong Buy Italia??
Che il debito pubblico italiano sarebbe perfettamente sostenibile anche al 5% od al 6% di rendimento ...mentre in realtà camminiamo sempre sul filo del rasoio?
Che possono comprarsi tranquillamente BTP come investimento "sicuro" che faccia da surrogato degli ammortizzatori sociali?
Che possono emigrare tutti in Trentino/Alto-Adige....e da lì l'Italia gli sembrerà addirittura meglio della Germania?
Che i magheggi del LTRO della BCE e la tecnocrazia di Monti si posso confondere allegramente con i FONDAMENTALI di lungo periodo del Sistema Italia?
Che gli investimenti a rischio possono essere confusi tranquillamente con gli investimenti sicuri, basta avere un po' di fede nazionalista che ti renda arditamente insensibile all'azzardo...?
L'Italia in tutta evidenza non è la Grecia e nemmeno il Portogallo o la Spagna...
ma gli innegabili punti di forza del nostro Paese
purtroppo vengono azzerati sia da tendenze globali per ora inarrestabili
sia da pesanti palle al piede endogene
che da almeno un ventennio ci stanno trascinando inesorabilmente in declino.

Io non so cosa possiamo dire a questo 31% di "bamboccioni"
se non quello che già Vi dissi con il cuore e con la mente in questo post: IL MIGLIORE CONSIGLIO CHE VI ABBIA MAI DATO IN QUESTO BLOG LO DEDICO AI VOSTRI FIGLI: LASCIATE L'ITA(G)LIA!
Ma altri sapranno consigliarvi sicuramente meglio di me...
ma soprattuto sapranno farlo in modo molto più imparziale...;-)


...............................
.

Se trovate questo post interessante, siete invitati a condividerlo con i tasti "social" (Facebook, Twitter etc) che trovate subito dopo la fine del testo.


Sostieni l'informazione indipendente e di qualità


18 commenti:

Massimiliano Morgantini ha detto...

Sai che è... che dovremo spengnere tv e bloccare la stampa o come li definisci precisamente tu i mass-media-a-libro-paga-della-casta.
Pensa a quanti hanno votato Berlusconi o anche PD, se andassimo alle rielezioni adesso sono convinto che il M5S prenderebbe meno voti perchè punterebbero a farlo parlare come un movimento disfattista e inconcludente e anche se ancora non si sono neanche seduti, molti voti che rano di indecisi riuscirebbero a toglierli, a meno che Beppe non si decida a sbarcare in qualche TV, ma quale TV lo lascierebbe parlare con calma ed illustrare tutti i punti con calma? nessuna, vorrebbero solo creare una guerra ed istigarlo. Purtroppo!
Quindi è meglio che facciamo un Porto Franco generale e diventiamo una grande repubblica di San Marino, anzi facciamoci annettere così non abbiamo neanche più bisogno dei parlamentari e del presidente della Repubblica.

Vince Santelli ha detto...

Massimiliano lascia stare. Qua a guerra civile finisce. Con Grillo o senza Grillo. L'hai sentita l'ultima parola la settimana scorsa l'imprenditore veneto? Se anche Grillo fallisce finisce a sangue. E temo che sarà così. E basta poi co sta paranoia di internet e le televisioni !! Non tutti sono lobotomizzati, c'è anche chi sa pensare con la propria testa. Peccato che in italia sia vista male gente del genere perchè considerata impossibile di esistere a priori.

Maskerato ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maskerato ha detto...

Grazie di tutto Stefano,
perchè è anche merito tuo se ho deciso di lasciare l'itaglia.
Per mia fortuna nei bei tempi mio padre guadagnava parecchio e grazie a questo ha creato un impero,ora stiamo cercando di capitalizzare le proprietà anche se con molta difficoltà.
Ti dico solo che la nostra aziendta fatturando il 20 percento di due anni fa! e lo stato continua ad aumentare le tasse, é FOLLIA PURA...
io per conto mio spero di laurearmi a piu presto e di emigrare nei migliori paesi del mondo , uno ce l'abbiamo dietro l'angolo , Confoederatio Helvetica.
L'altra è il DOWNUNDER, Lontanissima! ma non per questo meno attraente!!!
Che DIO ce la mandi BUONA !!!

Daniele C

4realinf ha detto...

Ma perché viene considerata la fascia dei ragazzini tra i 14 e 15 anni, pari a 1.125.344 di persone???
Oltretutto, per legge, questi ragazzini dovrebbero andare a scuola, questo lo prevede il Ministero del Lavoro e della previdenza sociale con la nota 20 luglio 2007, n. 9799. riporta quanto segue: L’eta’ per l’accesso al lavoro e’ conseguentemente elevata da quindici a sedici anni.(art. 1, comma 622, della Legge Finanziaria 2007).
Ora mi spiegate perché si continua a dare cifre errate? Mi spiego meglio, o i dati sono coerenti oppure ognuno da i numeri a suo piacimento. L'istat, probabile, non conosce la legge di stato, o forse, la conosce, ma preferisce creare una situazione di tensione.
Quando mai un ragazzino di 14 anni, OGGI, cerca lavoro per sistemare il suo futuro? Per farsi una casa, una pensione per la vecchiaia?
Ma dove stanno questi giovani ometti?
Credo che si dovrebbe smettere di strillare cose NON vere, ma di trattare i dati per quello che le regole impongono.
Da questo non si nasconde che la disoccupazione stessa sia in aumento, ma non sicuramente tra 'sti "bomboccini". Sarebbe meglio considerare quelli che tra i 40/60 anni che sono sull'orlo del collasso, quelli che hanno sulle spalle mutui, debiti, famiglie e gli stessi "bamboccini" che sfruttano la famiglia per delle cagate inutili.

Massimiliano Morgantini ha detto...

@Vince, io concordo con quello che dici, ma il fatto che non tutti siano lobotomizzati dai media trova un problema nella percentuale. Ti assicuro che solo uscendo e parlando o ascoltando la gente capisci che la percentuale delle persone che ragiona con la sua testa è molto bassa. Noi che siamo qui mi pare che tra discossioni e non siamo tutti concordi sul fatto sul fatto che è un disastro e 'urge rinnovamento' come dicevano le maghe da lunapark, troppi sono più preoccupati a lamentarsi e a trovare di chi sparlare piuttosto che provare a cambiare veramente qualcosa anche solo cambiando voto alle urne.

Massimiliano Morgantini ha detto...

@4realinf ho notato anche io che partono sempre dai 15 anni quando parlano e concordo con il fatto che la situazione più pesante sia per le persone più avanti con l'età. Non concordo sull'eccessivo allarmismo, anzi credo che la situazione che illustrano sia enormemente sottovalutata, la parola 'spirale recessiva' la stanno usando da poco e la gente non si rende conto di cosa sia. Io dire più chiaramente, un vortice in un oceano, una volta che sei dentro è praticamente impossibile tornare su e puoi solo affondare più o meno lentamente a meno che qualcuno non tappi il buco. Bene prova a trovare la ragione del vortice nell'oceano e a metterlo a posto. Quindi direi che c'è da allarmarsi parecchio di più di quanto non raccontino giornali e TV

Beatotrader ha detto...

ottimo Maskerato
buon per te che hai capito

Beatotrader ha detto...

guardate, anche io vorrei una statistica sulla fasci 18-29
se la trovate fatemi fischio
ma in ogni caso la tendenza del grafico è così eclatante che se anche sposti fascia la zuppa rimarrà sulla stessa tendenza
e lo vedi anche solo dalle statistiche sui laureati italiani rispetto al lavoro

Valerio ha detto...

Il dato della disoccupazione dei giovani in Italia non è aggravato dal fatto che la natalità in questo paese è oramai da tanti anni decisamente scarsa. Se avessimo dagli anni '80 in poi la natalità del dopoguerra o di altri paesi con i quali confrontiamo la nostra percentuale, questa sarebbe decisamente maggiore. o sbaglio?

MaxP. ha detto...

Quando passo davanti a una scuola elementare e vedo tutti quei bambini, che tranquillamente vanno a scuola con gli zaini in spalla, con quei sorrisi da esseri umani ingenui, e che hanno piena fiducia nelle istituzioni che stanno pianificando il loro futuro, penso che loro in futuro di serenità non ne avranno per nulla, perchè verranno spremuti peggio dei limoni, per continuare a finanziare le classe dei ricchi 70enni lobbysti.

E il fatto di non poter fare niente, anche per loro, mi fà enorme tristezza.....

Beatotrader ha detto...

se ti può consolare andrà sempre peggio perchè borse saliranno per anche 3 anni di fila (questi 4 sono serviti solo a riempire pausa post Lehman) e tutti anestetizzati si faranno inkiappettare ancora più liscio liscio
anche i blog come il mio perderanno qualunque credibilità residua e li seguiranno 4 gatti
fino alla prossima esplosione di Bolla che sarà peggio delle altre

MaxP. ha detto...

Concordo con la tua analisi, l'azionario internazionale probabilmente crescerà (non quello italiano)magari dopo uno storno, fino a quando il prossimo cigno nero non sbatterà nuovamente gli indici a terra.

Perciò fintanto che le cose andranno bene tutti penseranno di "cavarsela da soli" poi quando inizieranno le nuove avvisaglie di crisi, incominceranno a leggere a destra e a sinistra per trovare soluzioni di salvezza.

Lorenzo Penati ha detto...

Beato, fra 3 anni il FMI e' gia' atterrato in Italia da un pezzo.

Beatotrader ha detto...

hai ragione
dunque compra FTSE MIB in leva a 10
e te ne stai per il resto della tua vita su una spiaggia tropicale a scialartela
e chisseneffote di tutto resto

Lorenzo Penati ha detto...

Sono un investitore molto conservativo, dunque non seguiro' il consiglio, sebbben pertinente, ma grazie per il suggerimento :)

sc ha detto...

Mah.. Sembra che tutto quanto ci sia stato tolto dall' uomo nero... In realtà stiamo pagando per i nostri genitori che ci schiantano col peso di pensioni retributive e con un bel debitone in eredità...

Beatotrader ha detto...

sì lo so
è molto diffusa questoautomartellamento di cogliono alla Tafazzi
come se dovessimo espiare chissache....
Io non la penso così: in Italia per anni si è lavorato e lavorato bene
e si è creata molto ricchezza in una situazione che lo permetteva e dava un sacco di occasioni
molta riccheza cumulata
E' STRA MERITATA
e non abbiamo fatto nienete di male per ottenerla
mica sfruttavamo i bambini vietnamiti come la Nike...
lavoramo tutti e duramente e creativamente e con ingegno
e la situazione stato-tasse-competizione globale ancora aveva una configurazione che permettesse creazione diffusa di ricchezza e miglioramento dello status

il problema del debitone è imputabile a molto fattori
ma non alla parte sana e produttiva di questo paese che ne ha fatto la fortuna e ne ha creato la ricchezza sulla quale ancora campiamo
o no?
basta questo autoflagellarsi ed autoridursi
ed autopunirci perchè non ce lo meriteremmo...
CE LO MERITIAMO ECCOME
e dobbiamo meritarcelo ancora
facendo di tutto per cambiare il contesto e le condizioni del gioco
a nostro vantaggio
coem fanno gli USA
la Cina
la Germania

Posta un commento