martedì 2 maggio 2017

Trova le Differenze...


Così en passant guardavo la bozza di riforma fiscale di Trump...
Più avanti nel post ne trovare alcuni "estratti"
e vediamo se trovate le differenze con FallitaGlia
considerando anche che nessuna forza politica oggi votabile
mette il problema TASSE al 70% reale
come problema numero 1... anzi...magari pensa persino di aggiungerne di nuove.
Poi Trump per me rimane un banfone e saranno da trovare le coperture
ma voglio solo evidenziarvi come si ragiona fuori dall'Inferno fiscale&burocratico (e feudale) di FallitaGlia...
ed è ormai il Trend in tutto il Mondo (normale)
Corsa mondiale al taglio delle tasse
meno che da noi
dove lo Stato si inventa persino trucchi capestro da veri e propri estorsori professionisti come questo qui...
per la serie prima ti rubo i soldi e poi sta a te richiedermeli indietro...
e tutti gli anni ricordarsi di chiedere (via raccomandata che paghi TU) l'esonero ehhhh mi raccomando... ;-)
mettetevi un post-it sul frigorifero insieme agli altri 100 post-it che FallitaGlia vi impone... (ci vuole un frigorifero maxi altrimenti non hai spazio...).
Canone Rai in bolletta anche a chi chiede esonero. Come fare per il rimborso
Con le prime bollette del 2017 è tornato a far capolino anche il Canone Rai. Anche per chi ha chiesto l’esonero: molte delle famiglie che avevano infatti presentato regolare richiesta perché sprovviste di apparecchio tv si sono ritrovate un bollettino della luce maggiorato di 30 o 40 euro, le prime rate dell’odiata tassa sulla tv. Niente allarmi: è rimborsabile.
La richiesta di esonero andava presentata con raccomandata entro il 31 gennaio 2017.
Ma nei mesi precedenti l’Agenzia delle Entrate aveva sollecitato le famiglie a far presente la propria domanda entro il 20 dicembre, proprio per non incorrere in spiacevoli addebiti.
L’esonero tra l’altro va richiesto ogni anno, non si è automaticamente sollevati dal pagamento se l’anno precedente avevate certificato l’assenza di televisori in casa.
Ma al di là dell'Inferno Fiscale fallitaGliano che tanto piace agli Italopitechi che si scandalizzano per i terribili Paradisi Fiscali...
torniamo a TRUMP ed alla sua riforma fiscale
che incatenati a remare nella galea di FallitaGlia sognare non costa nulla ma soprattutto non è tassabile.................................
.

La manovra fiscale di Trump sarà rivoluzionaria
I numeri sono ancora da precisare ma la manovra fiscale della presidenza Trump ha tutta l’aria di essere rivoluzionaria. Dalle parole di Gary Cohn, consigliere economico della Casa Bianca, è la «riforma fiscale più ampia nella storia del nostro Paese».
....Si parla di portare le tasse sulle imprese dal 35% a un’aliquota unica del 15%, comprese le piccole e quelle a conduzione familiare.
E cambia anche il sistema di imposte sulle persone fisiche: gli scaglioni passano da sette a tre. Oggi l’apice del prelievo è il 39,6%: scenderà al 35%.
Poi ci saranno altre due fasce: 10 e 20%.
Le coppie con reddito sino a 24 mila dollari (anziché 12.600) non dovranno versare nulla all’erario federale.
su questo punto vi invito a rileggervi la mia proposta fiscale che naturalmente non ha cagato nessuno in un Paese dove prima di tutto i pecoroni italopitechi stanno bene tosati
E dopo la tassa forfettaria per "Paperoni"... facciamo la "no tax area" per "Paperini"
Soppresse la tassa di successione, la minimum tax per i ricchi e la tassazione sugli immobili per incentivare la proprietà della casa.......................


--------------------------------------------------------------------------------------
A proposito di fonti indipendenti di informazione...
ma Veramente non hai ancora letto
il Manuale Wiki-Blog 
(ed un po' Wikileaks)
= Una Guida ragionata all'informazione indipendente di economia&finanza della rete...
??????????
Ecco qui cos'è 
e come ottenerlo
http://www.ilgrandebluff.info/2016/10/il-manuale-wiki-blog-e-prontoooooo.html

---------------------------------------------------------------------------------------

E vabbè...intanto voi godetevi sta roba qui


Che tanto come spiego da tempo
il problema prima di tutto è di lavaggio del cervello
e poi di interesse da parte di una massa di Clientes che ancora campano di Stato (fallito e tenuto in vita dalla BCE di Draghi + sottraendo la maggior parte della ricchezza alla parte produttiva del Paese).



 Vi lascio con una perla di verità "libertaria"....
Leonardo Stanchino Facco
L'Italia è talmente statalista che "lavorare nel sociale" è da fighi, fare l'imprenditore e guadagnare è riprovevole!
BUONANOTTE
Perché in un Paese ormai profondamente kattofasciokumu radical chic illiberale (ed ipocrita... tra rendite statali & soldi delle generazioni precedenti)
l'eroe è chi lavora gratis...
e non chi lavora per produrre ricchezza ( = il male) e per il (giusto) profitto.
Peccato che il profitto (non fine a se stesso)
sia uno dei più formidabili motori di progresso della storia, sia una delle principali spinte motivazionali dell'essere umano.
Peccato che chi non produce ricchezza non crea posti di lavoro.
E vabbè...tanto sono discorsi inutili = 2-3 generazioni di Declino Irreversibile + di selezione naturale...e poi ne riparliamo.
Intanto rileggetevi il mio mitico post
POST DA NON PERDERE (anche se pensi di essere catto-comunista...): À la recherche del Pensiero Liberale perduto: Luigi Einaudi
“…migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. È la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di denaro. Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno.
Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi.”
.