Ultimi Post

giovedì 18 dicembre 2014

Pizzino "mafioso" a Putin: "consegnato" (adesso si può allentare un po' la presa...)



Messaggio "mafioso" a Putin: "consegnato" (adesso si può allentare un po' la presa)

Come mi aspettavo si rimbalza...Rublo e tutto il resto.
(Nota realistico-sarcastica: sono entrato ieri mattina sulla valuta russa e ci sto guadagnando a due cifre percentuali...slurppp... Magari inizierò a darvi anche qualche dritta di trading ... così il 98% dei miei lettori potrà scroccare anche quello oltre all'informazione indipendente & di qualità che vi offro ormai da 6 anni...Tanto la maggioranza-web cerca solo quello: qualche dritta a scrocco...Pensate che mi mandano persino delle e-mail con richieste di consulenze e quando dico che rispondo solo a chi mi sostiene attivamente, anche solo con 1 euro... perché per me è il principio che conta e non vivo certamente di quelle 4 lenticchie...beh...la maggioranza sparisce! e non mi risponde più...Che ggggente sul Web...quasi peggio che nella realtà)

Chiaramente il BERSAGLIO VERO è Putin e non la Russia....
Ma Putin non è un Saddam Hussein qualsiasi...
e dunque bisogna adottare la "Guerra con altri mezzi" come facevo capire nel mio post: Siamo in Guerra: la Russia è sotto attacco
Il predominio (con le crepe...) del dollaro e degli USA non si tocca altrimenti son cazzi tua...

Io non la butto mai in TIFOSERIE come accade sempre nell'Italia degli Italioti...
Non mi frega nulla di Putin (che mi sta sulle balle), Obama (che mi sta sulle balle) e compagnia bella (che mi sta mediamente sulle balle...)
ma solo del rapporto COSTI/BENEFICI
del rapporto RISCHI/RENDIMENTI
e per l'Italia (ed anche per la UE) la cosa migliore in questa disputa............

mercoledì 17 dicembre 2014

Non c’è nessuna Italia Risorgimentale! C’è l’Italia dei furbastri come Renzi (Guest Post)



All'analisi dell'ottimo, mai scontato e "scomodissimo" Massimo Fini aggiungo solo...
Il problema VERO non è tanto Renzi...
o chi prima di Lui (che era anche peggio)...
o chi s'inizia a delineare per il dopo (che sarà anche peggio).

Il problema vero non è la Casta ed il #tuttiacasa
 perché in breve ne tornerebbero ALTRI uguali o peggio ancora...
visto che la CASTA non è "altro da noi"
ma è lo specchio fedele della MAGGIORANZA di Noi.

Dunque il problema VERO è la Maggioranza Italiota
che continua a supportare e spesso a trarre vantaggio da tutto questo,
che sta #mandando-a-casa l'unico vero Detonatore-Mastro-Lindo (pur con mille difetti) che era comparso sulla scena politica italiana.
La CASTA siamo NOI, magari non io, magari non tu...ma di certo tutti gli altri...
E non ci si può mandare a Casa da soli....in maggioranza.
L'unica possibilità (come ripeto da tempo) è una profonda rivoluzione socio-economico-culturale...
della quale se non ne vedono nemmeno vaghi cenni all'orizzonte...
anzi...tutto il contrario...
"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"
#NOHOPEFORTHISITALY
#ITALIALTROVE

Non c’è nessuna Italia Risorgimentale! C’è l’Italia dei furbastri come Renzi
di MASSIMO FINI
Il premier Matteo Renzi, dopo il marciume emerso dalle inchieste della procura di Roma che vede coinvolti amministratori del Pd, di ieri e di oggi, della destra politica e criminali cosiddetti comuni che solo a sentirne il linguaggio un uomo con responsabilità pubbliche dovrebbe tenersi a distanza di sicurezza, ha deciso di commissariare il Pd della Capitale.
Per dare un segno di rinnovamento morale.
Peccato che solo il giorno dopo il Senato, con il voto determinante dei parlamentari Pd, ................................

Cosa può insegnarci il "caso del Rublo"



Quello che sta accadendo alla Russia ed al Rublo
vedi mio post di ieri: Siamo in Guerra: la Russia è sotto attacco
è l'ennesima dimostrazione
che qualcuno della banda del torniamo-alla-lira+Bankitalia-sovrana-e-ci-gestiamo-tutto-alla-grande (come e meglio che negli anni '70)
ve la sta facendo un po' troppo semplificata...ed idealizzata...
sottovalutando di brutto la variabile Mercati Finanziari globalizzati, informatizzati ed in leva (che negli anni '70 non erano lontanamente paragonabili a quello che sono oggi)
e sopravvalutando di brutto i modellini "sulla carta" della "pseudo-scienza economica".

Ma la storia non era che una Banca Centrale con una Moneta Sovrana può stampare e gestire tutto quello che vuole cliccando su un tasto?
Beh...alla Banca Centrale Russa allora deve essersi incantata la tastiera...
...Il primo vice governatore della banca centrale russa, Serghiei Shvetsov, ha definito "critica" la situazione del rublo, che oggi ha continuato a perdere terreno su euro e dollaro nonostante la decisione di ieri di Mosca di aumentare il tasso di riferimento dal 10,5% al 17%.
"Quello che sta succedendo ora - ha detto Serghiei Shvetsov - non si poteva neanche immaginare in un incubo un anno fa.
Nei prossimi giorni - ha proseguito - penso che la situazione sarà paragonabile al periodo più difficile del 2008".


Forex: rublo a picco, -80% sul dollaro negli ultimi 6 mesi

.....La banca centrale russa si sta sfiancando per sostenere il cambio del rublo.
Stanotte ha aumentato i tassi di interesse dal 10.5% al 17%. ...................

martedì 16 dicembre 2014

Siamo in Guerra: la Russia è sotto attacco



La Russia è letteralmente sotto attacco.
In effetti siamo in Guerra (anche se pochi ne sono consapevoli).
Perché ormai quelle vere (e non quelle marginali)
o meglio quelle contro avversari con eserciti degni di questo nome...
si fanno per altre vie...e con altri mezzi (spesso "finanziari")...

Ieri la Banca Centrale Russa nel pieno della notte ha fatto un rialzo tassi della "madoska" dal 10,5% al 17%.
Ma non basta: negli ultimi giorni il Crollo del Rublo (che ormai dura da tempo = ca. -80% sul Dollaro negli ultimi 6 mesi) è stato impressionante ed in ulteriore accelerazione.
E la Borsa russa crolla: Micex -8% (l'indice RTS denominato in dollari ha toccato -19%, peggior crollo dal 1995).
Il Petrolio continua a scendere mettendo la Russia sempre più in difficoltà (e di certo non solo loro...).
L'attacco continua e Mosca viene messa sempre più nell'angolo.
Mi sa che Putin prima o poi....

La tecnica classica e consolidata ......................

lunedì 15 dicembre 2014

Indovinate CHI l'ha detto? Ceaușescu? Mussolini? Maduro? Oppure? ...

Indovinate Chi l'ha detto?
Ceaușescu? Mussolini? Maduro?
Oppure? ...;-)
"Xxxxx ipotizza l’uscita dall’euro con una legge. In un’intervista ha descritto il suo scenario: “Si potrebbe farla a fine anno, chiudere le banche per evitare che i correntisti vadano a ritirare i loro risparmi, riaprire le banche con l’anno nuovo e la lira......"
Per la serie...ma il problema dell'euro non era che non ci avevano chiesto la ns. opinione (sovrana)? Niente referendum etc?
Dunque mi sembra solo logico che si possa concepire persino di peggio per uscirne...
Ovvero per decreto legge e per di più obbligando&condannando i risparmiatori italiani ad una "potenziale" svalutazione da -50% dei loro risparmi senza lasciare loro possibilità di scelta e via d'uscita...come in una tonnara...
È cosa buona e giusta impedire ai correntisti di ritirare i loro risparmi in nome del "Bene Supremo&Comune" (che naturalmente qualcuno sa sempre riconoscere al posto nostro e meglio di noi...).
Del resto cosa credevi???
I TUOI Risparmi mica sono i TUOI: sono delle banche, dello Stato, della politica, del Paese etc etc ... insomma di tutti meno che i TUOI...

In questo caso il "cattivo cattivo" Mercato risulta persino più democratico: che so io...se tu hai i tuoi risparmi allocati su dei titoli agricoli e le previsioni del tempo prospettano il rischio di grandinate...tu che fai? Alleggerisci liberamente e con un click le tue posizioni sui titoli in oggetto come risposta al rischio potenziale...i risparmi sono i tuoi e mica vuoi rischiare di perderci a suon di grandinate...
Invece secondo questi "Paladini Maduriani del no-euro" ...  
di fronte al più colossale Evento di Rischio Valutario della Storia fin dai tempi della dissoluzione dell'impero romano e del sesterzio...
i cittadini (pensionati inclusi) devono essere impossibilitati dal prelevare i loro risparmi (magari mettendoli in dollari sotto al materasso) e/o dal fare BB verso qualche safe haven...
e devono fidarsi ciecamente dei modellini teorici dei Guru Economisti che ti dicono che tutto andrà bene.
Nessuna strategia di risk protection deve essere permessa ai fessacchiotti .................

giovedì 11 dicembre 2014

Se volete un vago antipasto di che cosa comporti in concreto "uscire dall'euro"...ecco la Grecia...toujours la Grecia...


Sempre per rimanere nel tema del post di stamattina: Ti Fregano con Le Parole: Come se Tornare alla Lira fosse Diverso da Bancarotta (Guest Post)...
Se volete un vago antipasto di cosa comporti in concreto "uscire dall'euro"...
beh...guardate alla Grecia in questi ultimi giorni
che si è permessa di dare solo alcuni timidi segnali di "rischio" sulla possibilità di Grexit
con possibili elezioni anticipate e possibile vittoria di Syriza che è un partito anti-austerity e nostalgico-marxista ma che NON è nemmeno un partito esplicitamente NO-euro (anche se alla fin fine se prendesse il potere, concretamente il risultato sarebbe molto probabilmente un Grexit...visto il programma politico-economico del sig. Tsipras...)
Ebbene l'altro giorno la Borsa di Atene si è sparata un -12,7% come non accadeva da 27 anni
Oggi un altro -5% / -6%... -20% in pochi giorni...
National Bank of Greece, Piraeus Bank e Alpha Bank ovvero le Principali Banche del Paese sono a circa -25% in poche sedute:
Titoli di stato a 10 anni di nuovo sopra al 9% di rendimento (il massimo del 2014)
Titoli di Stato a 3 anni sopra al 10% di rendimento
SPREAD ad 801, CDS alle stelle etc etc
Greek Stocks Crash, Default Risk Spikes After PM GREXIT Comments
Il tutto ad una VELOCITA' RAZZO ed in Leva (questo è un punto fondamentale sempre trascurato)
Ed è solo un assaggio...
Se l'uscita dall'Euro della Grecia dovesse man mano divenire più certa...........................

Ti Fregano con Le Parole: Come se Tornare alla Lira fosse Diverso da Bancarotta (Guest Post)

E' un "dovere morale" rilanciare i rari post "realistici" che nella blogosfera controbilanciano un minimo la predominanza assoluta di Santoni&tifoserie che spacciano il ritorno alla Lira come se fosse l'unica salvezza...
Fondamentalmente questo post di FunnyKing segue la falsa riga del mio mitico post che fece il giro della rete: No way out for Italy: la parabola dei 3 Default 
ed integra ulteriormente il quadro reale della situazione.
Il ritorno alla Lira sarebbe semplicemente un'altra forma di Bancarotta e sarebbe un evento fortemente traumatico, con conseguenze difficilmente prevedibili per chiunque...anche per i mitici Premi Nobel di una pseudo-scienza... ;-)
Questa è la verità di cui tenere conto ...e non la manfrina che sarebbe la salvezza, l'unico modo per evitare il default etc etc
Allo stesso tempo, come vi ho già spiegato più volte, anche rimanere nell'euro a queste condizioni porterebbe alla continuazione del Default "in versione lenta".
Insomma...No way out per questa Italia in declino strutturale di lungo periodo...

 

e questo perché il problema non è di certo solo l'euro (dal quale si potrebbe anche uscire trovandone la volontà politica)
ma in primis tutto il resto di cause&concause endogene/esogene alle quali invece (a differenza dell'euro...) non c'è soluzione, perché all'orizzonte non c'è nemmeno una vaga volontà di cambiamento.
E dunque, anche dopo aver rimosso (traumaticamente) l'euro, tecnicamente parlando sarebbero comunque "uccelli senza zucchero"...
Ti Fregano con Le Parole: Come se Tornare alla Lira fosse Diverso da Bancarotta

Attenzione eh: se non torniamo alla lira entro il tal anno l’Italia andrà in Bancarotta.
Il che tradotto in Italiano comprensibile significa:
Attenzione eh: se non falliamo, allora falliremo.
Buoni ragazzi miei questo non è un post su Euro o Lira. ...........................

martedì 9 dicembre 2014

Ma secondo voi pesa di più il downgrade a BBB- dell'Italia da parte di S&P oppure l'upgrade a "quadrupla" AAAA da parte della BCE di Draghi?

Come ben sapete venerdì sera l'agenzia di rating Standard & Poor ha downgradato il rating dell'Italia a BBB- ovvero ad un passo da Junk (=spazzatura).
Allo stesso tempo però l'outlook da negativo è passato a stabile.
Alla S&P sono dei gran furbetti... ;-)
Da un lato fotografano semplicemente l'ovvio...
ovvero che senza crescita (eufemismo ufficiale per "depressione economica infinita") e con il debito pubblico che continua a salire,
la situazione tende sempre più al NON-sostenibile e dunque vai di BBB- ...
(Nota inter nos: senza l'intervento di Draghi, almeno da fine 2011 saremmo già a D = Default ...ma questo sssst che non si può dire...)
Dall'altro lato però l'outlook diventa "stabile" come a dire: cari miei vi diamo ancora un po' di tempo per fare "le mitiche riforme", eufemismo ufficiale che va tradotto in "per continuare a tassare&spremere la ricchezza privata degli italiani che è garanzia di solvibilità" + eventuali patrimoniali straordinarie in caso di bisogno (perché in realtà siamo già pieni di patrimonialine ordinarie&mascherate&pure ripetitive che man mano ci stanno svuotando i porcellini...)
La stessa S&P ce lo fa capire nemmeno troppo "velatamente"
quando dice: (abbiamo fiducia che) “i bilanci delle famiglie resteranno abbastanza forti da assorbire ulteriori aumenti del debito pubblico”.....
Traduzione: sempre più tasse per tutti ................................

venerdì 5 dicembre 2014

Littizzetto = Italiota Perfetto...22 Immobili...Tutti in ItaGlia e per di più in maggioranza a Torino&dintorni

Beh... una cosa è certa...pur essendo di Torino come me...
Luciana Littizzetto non legge sicuramente il mio Blog e non segue i miei saggi consigli economico-finanziari che martellano sulla necessità di differenziare/globalizzare i propri investimenti.
Al contrario il "mood" d'investimento della Lucianina è rimasto congelato ai tempi di mio nonno...anzi...mio nonno era persino più moderno...;-)
Luciana Littizzetto possiede 22 immobili: 10 case solo a Torino
Una mega concentrazione sull'immobiliare, tutto in ItaGlia ed addirittura quasi tutto nella stessa città.
Non conosco il quadro completo dell'asset allocation di Luciana...
ma manca solo una bella fetta di risparmi su Bot&BTP, qualche bella obbligazione di qualche banchetta italiota (da torinese d.o.c. = conto alla San Paolo ed obbligazioni San Paolo... anche se l'hanno fusa con Intesa...) ed una bella manciata di Enel, Telecom e Fiat.... ;-)
e poi l'asset allocation in stile mio nonno è completa...
Tutto solo in ItaGlia e Tutto denominato in euro naturalmente... ;-)

Che poi l'immobiliare in Italia si stia trasformando da bene rifugio a bene d'uso,
che continui a svalutarsi.....................

giovedì 4 dicembre 2014

A futura memoria...

"Configurazioni di Borsa" del genere raramente si vedono nella Storia
Ecco dunque qualche grafico "a futura memoria"...
E non è finita...

Dow Jones


Nikkei


La borsa di Shanghai era l'unica borsa di rilievo che ancora mancava all'appello del Bubble-Rally Globale
ed ha pensato bene di recuperare con un bel +40% in pochi mesi....+4,3% solo stanotte...
In parte sull'attesa .......................

mercoledì 3 dicembre 2014

"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"

Come ho spiegato più volte,
senza una profonda rivoluzione culturale e di mentalità
non c'è soluzione al declino strutturale italiano.
Il punto è che tale rivoluzione non è nemmeno all'orizzonte...anzi...

Al contrario la maggioranza italiana rifiuta di vedere/accettare la realtà e dunque rifiuta di adattarsi al nuovo contesto globale.
Pertanto la maggioranza si rifugia in un'altra dimensione spazio-temporale, in soluzioni irrealistiche ed illusorie...alla continua ricerca di qualche "paravento".

Solo le classiche soluzioni nel più puro stile gattopardesco:
"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"... (o che torni come prima...il mitico "prima"...che quasi sempre ormai "non c'è più"...).

Questo atteggiamento sul medio-lungo periodo non ci da alcuna possibilità di arrestare il DECLINO...e nemmeno di "provarci"....



La cosa peggiore di noi italiani .....................................

lunedì 1 dicembre 2014

Per arrivare là dove nessuna BOLLA è mai giunta prima...


Recentemente la BoJ non solo ha incrementato il suo QE (che già era il più banzai della storia)
vedi il mio post: Consiglio al Giappone appena (ri)entrato in Recessione: raddoppiate di nuovo lo stampa-stampa della BoJ e poi ancora e poi ancora...Banzaiii!
...ma il Governatore Kuroda ha fatto capire che sarà pronto ad incrementare ancora lo stampa-stampa se necessario...
Bank Of Japan's Kuroda Resolute In Fight Against Deflation, Says Ready To Ease More
anche se la ricetta non sta funzionando nemmeno secondo le "sorelle zoccole del rating"...
Moody's Downgrades Japan On Concerns That Abenomics Could Be Failing
 

La PBoC ha appena iniziato a (ri)pompare....tagliando i tassi (cosa che non faceva dal 2012) per contrastare il rallentamento dell'economia cinese
ed è pronta con altre misure espansive...
Cina in rally. Atteso taglio delle imposte societarie
Borse cinesi in rally dopo la mossa della Banca centrale, che venerdì ha tagliato il costo del denaro. Nel frattempo il governo sta meditando un [...]
La Cina sta diventando sempre più "economia matura"
con crescita del PIL che diventerà sempre meno "stellare" ..........................

giovedì 27 novembre 2014

#Italiamortochecammina: quando per Confindustria "crescita zero" diventa una "buona base"....

Se volete un'ulteriore prova che l'ItaGlia è un morto che cammina...
eccola qua...
Confindustria: «Quarto trimestre a crescita zero: buona base per il 2015»
Confindustria ha appena affermato con una certa qual soddisfazione
che (se tutto va bene...) nel 4° trimestre del 2014 il PIL non dovrebbe più contrarsi (dopo 13 trimestri consecutivi di contrazione...una serie negativa mai vista prima dai tempi della Guerra...)
e che dunque questa crescita zero potrebbe essere "la base" per la Ripresa del 2015...
Una Ripresa che se va bene sarà del +0,2% (salvo le solite revisioni al ribasso)...
Uaoooooooooooooooooooooooooo!
Peccato che tutta 'sta figata che fa andare in brodo di giuggiole Confindustria
abbia come contesto di riferimento questa roba qui..........

mercoledì 26 novembre 2014

M5S: (come previsto) ha quasi raggiunto il mio "target price" del 10% ...ma io mi rivolgo all'enorme bacino degli ASTENUTI

Ho trovato un buco di tempo per parlarvi brevemente dei risultati elettorali regionali di Domenica scorsa in Emilia-Romagna e Calabria.
Ma avrei potuto parlarvene anche tra 15 giorni o due mesi...
tanto qualunque ritardo nelle analisi sulla politichetta itaGliana è assolutamente irrilevante:
per la minoranza di italiani consapevoli ed ancora "vivi" il quadro è già fin troppo chiaro ed è chiaro cosa vada fatto....
mentre la maggioranza di italiani è composta di morti che camminano (senza sapere di esserlo)
e che dunque continuano a passare le loro giornate sul web a fare gossips sulla politichetta itaGliana
come se potesse ancora cambiare qualcosa in questa tendenza irreversibile
qui sotto ben riassunta dai Grafici del Blog Vincitori&Vinti....


Nel mio settore di competenza ovvero finanza/economia
attraverso i post del mio Blog spesso "ci vedo lungo"
ed in netto anticipo delineo processi, tendenze ed eventi,
quando ancora pochi ne parlano e/o quando addirittura molti ti sfottono dandoti del blogger catastrofista...e blogger per costoro è l'etichetta di maggior spregio... ;-)

Anche in una della mie poche incursioni nell'analisi Politica
(purtroppo e tanto per cambiare...) c'ho visto giusto
quando anticipai la progressiva riduzione del M5S
da movimentone potenzialmente (max 2 su 10) detonatore-Cambia-Italia ‪#‎tuttiacasa‬
a "partitino" pseudo-SEL con percentuali che man mano sarebbero scese verso il 10%
Purtroppo era nelle cose se solo uno avesse voluto vedere.......................

lunedì 24 novembre 2014

I Cortili di Berlino

Sono appena tornato dalla bellissima Spedizione di Gruppo Berlinese:
nella "capitale d'Europa" si respira (ogni anno di più) un'aria incredibile, stimolante e piena di occasioni...
Provare per credere...invece di stare sempre sul web a digitare commentini da frustrati...
senza mai muovere il culetto per mettersi in gioco in prima persona, attivarsi e sperimentare.

L'esperienza di Gruppo è stata bellissima...
un nutrito gruppo di persone da tutta Italia...
Milano, Torino, Roma, Napoli, Venezia, Bologna etc etc
e dalle competenze più disparate...
esperti di economia&finanza, ingegneri edili, medici, pubblicitari, esperti immobiliari, imprenditori, project manager, pensionati, giovani etc
E poi le persone che con il tam-tam della rete si aggiungono direttamente a Berlino...italiani che se ne sono andati dal lager itaGliano e che in un modo o nell'altro si stanno VALORIZZANDO infinitamente meglio e ci raccontano tante tante cose....e ci fanno capire "in proiezione" tante tante cose...

Tutti accomunati da una visione d'insieme e da una comune AREA D'INTERCOMPRENSIONE (come si usa dire in semiologia...).
Ed in casi del genere 2+2 = 8...minimo minimo....
Dove anche il "sottoscritto organizzatore" ha dato solo il "LA"
e poi tutto il resto segue ... e si cresce in consapevolezza tutti insieme, me incluso...
Tutte persone che comunque hanno già fatto CLICK
e che pragmaticamente si stanno muovendo man mano di conseguenza...
perchè sono persone ancora vive ed attive
e non MORTI CHE CAMMINANO ....
che stanno lì passivamente a perdere un pezzo alla volta....
o che credono in illusorie soluzioni salvifiche....
ed aspettano aspettano aspettano come il Tenente Drogo del "Deserto dei Tartari" di Buzzati...
finché ad un certo punto la vita è stata sprecata in un'inutile attesa ...mentre man mano il timing è sfumato (ed il timing rimane fondamentale... al di là del fatto che di principio le proprie teorie siano giuste o meno)

Di giorno...
interessanti tour per capire meglio la città, il suo mercato immobiliare, le sue potenzialità di business/culturali/esistenziali, i suoi pro&contro, i suoi meccanismi peculiari...
grazie all'interfaccia con dei canali immobiliari veramente unici...professionali...ad alto valore aggiunto.
Perché ormai a Berlino non si compra più ad occhi chiusi la prima cosa che capita come tre anni fa (pagando come un box auto in ItaGlia)...
ma ogni giorno di più conta proprio la qualità del "canale" .......................

giovedì 20 novembre 2014

Italia: 34 anni di Declino Strutturale & (ormai) Irreversibile.... Io sono in partenza per Berlino e (successivamente) per Bangkok...e voi che fate?


Italia: 34 anni di Declino Strutturale & (ormai) Irreversibile....
Io sono in partenza per Berlino e (successivamente) per Bangkok...e voi che fate?
Aspettate i "titoli di coda" per capire e per muovervi di conseguenza?

Vi ricordate il mio post fondamentale?
Guardate bene questo grafico e poi ditemi se VERAMENTE credete che possa esistere "LA" soluzione..."LA" salvezza etc etc
Si basava sull'eloquente grafico sopra riportato e tratto da un'analisi di un economista indipendente, equilibrato e non talebano come H. Hugh.
Vi consiglio di rileggervi ben bene il mio post e la cruda verità in esso contenuta
ovvero che non c'è soluzione per un'Italia in declino strutturale, multi-causale e di lungo periodo
ed è una "configurazione" molto frequente nei processi storici macro-socio-economici.
ANCHE PERCHE' prima di tutto (come ho già spiegato più volte) per adattarsi al mutato contesto globale e per avere buone possibilità di "giocarsela"
sarebbe condizione necessaria (ma non sufficiente) una "profonda rivoluzione culturale e di mentalità" (tutto il resto poi segue...) della quale però non si vedono nemmeno le avvisaglie...anzi...
al contrario la maggioranza si rifugia in soluzioni mitiche, per tirare a campare, per pensare solo al proprio orticello, per fare in modo che tutto cambi affinché nulla cambi.
#NO HOPE FOR THIS ITALY (che vive in un'altra dimensione spazio-tempo)
#DEAD NATION WALKING
#ITALIALTROVE

Mi fa dunque piacere (si fa per dire...) che anche un blogger trai più seri ed equilibrati in rete,
uno che non cade nella trappola delle visioni talebane, ideologizzate, politicizzate e miracolistiche come purtroppo sta accadendo a tante fonti dell'Informazione Indipendente ...
abbia prodotto come "distillato" delle sue analisi un grafico praticamente equivalente al grafico di cui sopra............

mercoledì 19 novembre 2014

Finalmente anche qualcun altro (oltre al sottoscritto) inizia a dirvi che "l'invarianza del gettito" della Riforma del Catasto è una balla galattica (pro-italioti)

L'altro giorno ci sono andato giù diretto,
forte e chiaro...
La "FINE" dell'Immobiliare in ITALIA (ma ssssttttt...che molti ancora non lo sanno...e soprattutto non vogliono saperlo...)
spiegando per l'ennesima volta (ve lo anticipo da gran tempo...)
come la "famigerata" Riforma del Catasto (recentemente approvata ed ormai sui nastri di partenza)
darà in mano a "lorsignori" strumenti/algoritmi per mandare IN LEVA le mega-tasse già presenti...
e DUNQUE sarà la RAMAZZATA FINALE sull'Immobiliare
ovvero
sul principale asset di risparmio degli italiani ...già ridotto in sala rianimazione.
Ed è principale asset di risparmio non solo dei ricconi ma anche della classe media e degli ex-operai-immigrati-al-Nord...;-)
Qualche anima candida..............................

lunedì 17 novembre 2014

Consiglio al Giappone appena (ri)entrato in Recessione: raddoppiate di nuovo lo stampa-stampa della BoJ e poi ancora e poi ancora...Banzaiii!


Consiglio al Giappone appena (ri)entrato in Recessione: raddoppiate di nuovo lo stampa-stampa della BoJ e poi ancora e poi ancora...Banzaiii!
Semplice no?.... ;-)

Bene...come volevasi dimostrare...
Titoloni dei Giornali:
  • Crollo del Nikkei da 3% dopo "INATTESO" Crollo del PIL...
  • Giappone: Sorpresa negativa dal PIL, è Recessione
    Il PIL del Giappone è calato nel terzo trimestre dell'1,6%.
    Con la deludente performance del Pil di luglio-settembre, il Giappone ritorna in “recessione tecnica” a seguito della contrazione di due trimestri consecutivi, ma in condizioni peggiori delle più negative stime della vigilia che davano una economia in crescita congiunturale dello 0,2-0,3% e annualizzata del 2,4-2,5%.
    Invece, al -0,4% su aprile-giugno si somma il ribasso dei tre mesi precedenti (da -1,8% a -1,9%), mentre il -1,6% annualizzato segue il -7,3% del secondo trimestre (rivisto da -7,1%)….

Inatteso 'sta cippa!
Sorpresa negativa 'sta ceppa!
La mossa disperata della BoJ che circa 15 giorni fa ha incrementato di brutto il suo Quantitative Easing-Banzai già unico nella storia per quantità, easing e concentrazione temporale...faceva presagire molte cosette...
Non ci credete? Guardate un po' qui che roba....


vedi il mio post BOOOOOOMMMM!

E se uno sta dietro alle solite previsioni mainstream ...
che o sono strumentali per assecondare meglio i movimenti di mercato mentre i trading desk delle banche di affari si muovono di conseguenza
oppure sono dettate dai modellini degli economisti accademici embedded (dunque a libro paga di Banche Centrali etc) o non-embedded e dunque fuori dal Mondo...
i risultati poi sono questi...
(tra parentesi...adesso Vi diranno che il PIL è un dato del passato, che la nuova dose di QE della BoJ deve ancora avere il tempo di fare effetto etc etc ma poi alla fine della fiera...)


Mentre se uno segue l'informazione economico-finanziaria veramente indipendente...
beh ci si azzecca spesso ed anticipando pure di parecchio... ;-)
non tanto perché saremmo dei Guru...
ma semplicemente perché possiamo permetterci di dire la verità e perché alcuni di noi (sempre meno purtroppo) hanno il cervello libero da ideologie, tifoserie, politicizzazioni etc
Così poi non ti capita di dire "inatteso"...."sorpresa"
MA PIUTTOSTO "io già lo sapevo e me lo aspettavo..."
Capito perché conviene prima di tutto a voi lettori SOSTENERE ATTIVAMENTE l'Informazione Indipendente?

Bene, come potete vedere lo stampa-stampa to infinity,
la sovranità monetaria,
la svalutazione (iper)competitiva,
il deficit spending a go-go,
il ricomprarsi praticamente tutti i  propri titoli di stato
etc etc
NON SONO (automaticamente) la SOLUZIONE (magica) ai Declini Strutturali.
Infatti purtroppo nei declini strutturali, multi-causali e di lungo periodo come quello del Giappone
CONTANO ANCHE e (forse) soprattutto tanti altri fattori.....................................

sabato 15 novembre 2014

Italialtrove: 4 Nazioni "alla portata di tutti" per andarsene via dall'Italia "morto che cammina" (mandando in leva i propri risparmi prima che la trappola si chiuda...)

Prima di tutto...
il presupposto di base
che trovate nel mio post: Mondo ZIRP (Zero interest-rate policy) = Morto che cammina (la trappola si sta chiudendo...)
.....Nel frattempo io continuo la mia strategia step by step di delocalizzazione e di adattamento al nuovo contesto globale.
Ieri interessantissima conference call di un'ora con Bangkok: i nostri progetti di economia reale e di delocalizzazione procedono in modo sempre più promettente.
E là tira tutta un'altra aria ....
insieme a rendimenti "qui ormai impensabili" = 10mila euro "forti" rendono come 200mila nella palude Italiota ...
NORMALE in economie che crescono a stecca, con poco debito, poche tasse&burocrazia, tendenza demografica "positiva" = un sacco di "ciccia" per tutti...
e non un racket statale fallito che t'inkioda con tassi a ZERO e che ti ciuccia il 70% ....e poi a noi rimangono solo le BRICIOLE...(tanto che non ne vale nemmeno più la pena).
Capite meglio il concetto di "mandare il leva i propri risparmi ed il proprio potere di acquisto" finché saremo ancora in grado di farlo?
Ve lo spiegavo nel mio fondamentale post: Dall'Insostenibile Parabola Ita(g)liana....alla Sostenibile ma soprattutto FELICE parabola dell'ITALIA E' ALTROVE
.....per andare i Paesi in cui avere EURO diventa un vantaggio ENORME
che moltiplica in LEVA i tuoi 200mila in 2milioni, i tuoi 1.000 euro in 10mila euro
(sapete...avere risparmi e rendite nell'area valutaria tra le PIÙ' FORTI DEL GLOBO presenta anche qualche piiiiiicollo vantaggio ... se uno è in grado di ragionare in modo GLOBALE e non si ferma al cortiletto di casa sua che si sta restringendo sempre di più...).
Insomma...non è solo un altro Mondo ma proprio un'altra dimensione ...
e fa capire come tutti i discorsetti che si fanno qui in ItaGlia sono solo fuffetta inutile. .....................................

giovedì 13 novembre 2014

E tutti i "topolini"...dietro ai Prof. Pifferai Magici (e fuori dal Mondo...)

Guardate....un'ultima volta e poi basta.
Poi torneremo a concentrarci sulle cose che contano veramente per le persone ancora vive e che vogliono fare scelte razionali ed efficienti.
Invece ormai possiamo fare ben poco per "i morti che camminano", per gli "struzzi"....divisi in tifoserie iper-convinte, ancorati ad "un'altra dimensione" irrealistica e che stanno dietro a salvifiche soluzioni che non esistono.
Purtroppo, come ho spiegato più volte, ormai l'Italia è in Declino Strutturale Irreversibile, di lungo periodo e multi-causale...ormai è un morto che cammina, il punto di non ritorno è stato superato e le banfate dei pro-euro o le banfate dei no-euro sono solo ILLUSIONS...

Nel mio post: La maggior parte dell'Italia vive in un'ALTRA DIMENSIONE SPAZIO-TEMPO fuori dalla REALTA'
ho tracciato un QUADRO REALISTICO di cosa succederebbe VERAMENTE con un'uscita dell'Italia dall'Euro, sia in modo unilaterale sia con uno sfaldamento (prima o poi) inevitabile (?) dell'Eurozona, che porterebbe comunque ad una situazione di estrema confusione e conflittualità...se solo pensate a come già oggi in seno alla UE ed alla BCE ci siano profonde divisioni che spesso non trovano una linea di conciliazione. Figuratevi dopo quando ciascuno giocherà ancor più per sé.
In ogni caso il Quadro Realistico risulta piuttosto DRAMMATICO...
ma questo non vuol dire manco per la cippa che io sia pro-euro o che consideri l'euro un bene o che non ne veda i profondi difetti strutturali.
Questo vuol dire semplicemente che la realtà va guardata in faccia. Punto.

Il Problema è che certi Prof. Pifferai Magici, insieme a tanti altri Pifferai al seguito...
HANNO FATTO GRAVI DANNI alla testa delle persone, al loro approccio e soprattutto al loro senso della realtà (anche perché, nella peggiore depressione economica dalla WWII, un sacco d'italiani sono psicologicamente iper-predisposti a credere in qualunque soluzione di salvezza che gli venga proposta...)
Vedi per esempio la puttanata galattica di base che se 8 premi Nobel dicono così...allora è per forza vero e non può esser messo in discussione da dei dilettanti,
o vedi la puttanata accademica che l'Economia sarebbe una Scienza quasi-esatta che dunque ha schemi  replicabili, inoppugnabili, riassumibili in grafici e fogli di excel (che poi ti replicano pure adepti-ingegneri, studenti di economia, commercialisti no-euro etc etc)
Tutti gli altri sarebbero dilettanti...gente da bannare&sfottere perché non ha studiato abbastanza...etc etc
PUTTANATE!
(provocatoriamente) Seguendo certa gente si rischia come ed anche più la Rovina che rimanendo nell'euro ed in mano alla Troika...

E mo' vi ribalto immediatamente l'istanza "snobistica" degli economisti accademici:
CHIUNQUE NON CAPISCA UNA CIPPA DI MERCATI&FINANZA
è un Economista dilettante fuori dal Mondo
che dovrebbe tacersi e limitarsi ai suoi corsi universitari (nei quali spesso fa già sufficienti danni...)
perché i suoi teoremi sono solo belle costruzioni ed ormai poco più.
Solo i  pochi che conoscono bene i meccanismi dei mercati e della finanza (pragmaticamente) ed allo stesso tempo possiedono delle basi di economia
possono combinare appieno & "virtuosamente" i due approcci.............................