mercoledì 25 maggio 2016

Mo' me lo segno... (la Telenovela di Unicredit non risparmia colpi di scena...)



Azz....non ho avuto nemmeno tempo di segnarmelo questa volta.... ;-)
nemmeno il tempo di pubblicare il mio post di ieri Quando i risparmiatori fanno "ooh....che meraviglia"....
e paff....quello che anticipavo si è subito realizzato...

Ecco qui il caso dell'AD di Unicredit Ghizzoni, L'ENNESIMO della Telenovela "MENTITORI SERIALI"...la preferita dagli italopitechi...;-)

LUNEDI' 23 MAGGIO:
Il ceo di UniCredit Federico Ghizzoni ha detto a Madrid che la situazione all'interno dell'istituto di credito è sotto controllo, in vista del cda straordinario previsto per domani e che non c'è bisogno di un aumento di capitale.
"Non sta accadendo nulla di drammatico all'interno del gruppo, la situazione è assolutamente sotto controllo...non abbiamo alcuna tensione"....

MARTEDI' 24 MAGGIO:
Unicredit, cambio ai vertici. Federico Ghizzoni lascia la poltrona di amministratore delegato...
e dunque molto probabilmente si farà l'AdC.... ;-)
ORA UNICREDIT HA BISOGNO DI 9 MILIARDI DI EURO…
Gli analisti di JpMorgan calcolano un fabbisogno di nuovo capitale, per tamponare le perdite dei crediti ormai diventati sofferenze, di almeno 9 miliardi di euro per Unicredit, che potrebbe essere soddisfatto con un aumento di capitale per 5 miliardi, la cessione del 45% di Fineco e del 20% di Bank Pekao...........
Ma il 99% continua a fidarsi delle fonti ufficiali ................................

martedì 24 maggio 2016

Quando i risparmiatori fanno "ooh....che meraviglia"....




(ieri) "Unicredit, Ceo: situazione "sotto controllo", non c'è bisogno di aumento"...
Aspettate che mo' me lo segno...  ;-)



Quando sparano queste affermazioni c'è sempre da toccarsi e da segnarselo come contrarian indicator...
Ma Ghizzoni&soci sono gli esperti "non sedicenti" di cui fidarsi...
mentre i blogger finanziari indipendenti sono "sedicenti esperti" che però...non si sa perché...ci azzeccano spesso&volentieri... e vi aiutano spesso a salvarvi il culetto per tempo...Emoticon wink
Del resto basterebbe poi fare un semplice reality check no?


Comunque è abitudine comune delle "fonti istituzionali" fare previsioni assolutamente affidabili e tranquillizzanti..................................

lunedì 23 maggio 2016

Gioca sporco la "retorica ufficiale" quando definisce i Giovani italiani "in FUGA"...



Nemmeno il tempo di lanciare ieri sulla mia Bacheca Facebook il mio "pistolone" sul Declino dell'Italia e su come i Giovani debbano "globalizzarsi" ....
e mi esce Oscar Giannino che si è sparato il malloppone da 300ppg del rapporto Istat e ne ha fatto una selezione DEVASTANTE...
ad ulteriore conferma di cose che già si sanno (maggioranza di struzzi a parte)
=
NO HOPE FOR THIS ITALY
e sono trend negativi che non si invertono nemmeno in 2-3 generazioni...
Siatene consapevoli ed adattatevi di conseguenza...
Allo stesso tempo al primo che vi parla ancora di FUGA...
sputategli in faccia ed incollategli sulla fronte un po' di dati che troverete qui di seguito.

In questo post:
1. vi riporto il mio "pragmatico pistolone" Facebook sui Giovani
2, vi riporto il LINK ad un mio post che già anticipava tutto
3. Vi riporto i dati estratti da Oscar Giannino dal rapporto ISTAT (DA NON PERDERE)
Bene cari giovani,
non vi rimane che prepararvi con una strategia non improvvisata e quando siete pronti...pigliate il primo biglietto aereo destinazione Mondo...

Da Facebook:
Gioca sporco la "retorica ufficiale" che (su dati ISTAT) definisce i Giovani italiani "in FUGA" verso l'estero alla ricerca di migliori occasioni..."un dato allarmante" si chiosa...
Prima di tutto non è FUGA (che ha sfumatura negativa e da vigliacchi)
ma è SCELTA RAZIONALE, CORAGGIOSA ed ADATTIVA
= riconoscere che in FallitaGlia "No Hope" e dunque sfruttare i vantaggi della Globalizzazione, cercare di valorizzarsi dove le possibilità di successo sono infinitamente più elevate (ma bisogna muoversi bene...non è una passeggiata).
La vera fuga piuttosto è stare in FallitaGlia a fare le cozze ed è FUGA dalla Realtà...
che oggi ..........................

venerdì 20 maggio 2016

Svizzera: prima in Europa perché meno tassata (e FallitaGlia?)




Vabbè...
in Italia un post così sarà ben poco popolare...anzi...addirittura ALIENO....con annessi&connessi insulti e minacce fisiche...
1. perchè è tutta colpa degli evasori...ripetete con me...è tutta colpa degli evasori... sì sì... ;-)
2. Perché la maggioranza di Italiani sono clientes di uno Stato (fallito) e dunque se si dovessero abbassare le tasse, la maggioranza rischierebbe di vedersi (almeno nel breve) ridurre la rendita...
Ergo...CHI dovesse farlo seriamente perderebbe immediatamente il consenso ed il Governo cadrebbe....
3. Perché le Tasse sono bellissime e finanziano il Sacro Totem dello Stato&del Pubblico che funziona da Dio e che dispensa servizi/ricchezza... (così vi inculcano fin da piccoli nelle scuole pppppubbliche)
Non dimenticate come in realtà... Lo Stato è un MEZZO (a voi giudicare se efficace o meno)...non un FINE (o la Fine...)


Dunque rien à faire....almeno fino al Default.

Però magari ad uno 0,1% qualcosa passa....
meglio di nulla...
Potrebbe persino passare qualche alito di un vento poco conosciuto in FallitaGlia che si chiama LIBERTÀ....
Come diceva Luigi Einaudi: La libertà economica è la condizione necessaria della libertà politica. Ed ha detto tutto...
Guardate un po' qui sotto CHI si trova a fondo classifica.........................

giovedì 19 maggio 2016

Ma Unicredit non doveva garantire gli aumenti di capitale della banchette a rischio?....



Ma la "corazzata" Unicredit = la banca sistemica che non può fallire... ;-) (così vi raccontano promotori&affini...)
(insieme ad Intesa San Paolo) non doveva garantire gli AdC (e gli AD...) delle altre banchette italiane semi-fallite?
UCG (insieme ad Intesa San Paolo) non è uno dei principali garanti del Fondo Atlantino?
Vabbè siamo in Fallitaglia ...dove tutto finisce in tragedia che sfuma nella farsa e viceversa...

Ecco qui...
Unicredit: i mercati "chiamano" 5 miliardi di aumento di capitale. Gli azionisti nicchiano, Ghizzoni in uscita
Ed anche se naturalmente "è sempre tutta colpa della Merkel"...
diciamo che il sistema feudale/corporativo italiano non è certo di supporto all'efficienza sistemica, tanto meno a quella del sistema bancario .... e tanto più in un contesto globale iper-competitivo "che non fa più sconti" ai quali FallitaGlia è abituata da sempre....
...La prospettiva di una robusta ricapitalizzazione necessaria per riportare i ratio patrimoniali su livelli di sicurezza, che gli analisti stimano tra 5 e 8 miliardi di euro, non sembra spaventare i soci industriali .....mentre suscita perplessità nelle fondazioni, che temono una forte diluizione delle loro quote, non avendo i mezzi sufficienti a seguire l'operazione, spiega una fonte vicina alla situazione.....
Insomma...nemmeno il tempo di pubblicare il mio post di ieri (se non l'aveste ancora fatto, leggetelo)
Mamma Unicredit inizia ad avere qualche serio mal di pancia...e la figlia Fineco come sta? 
et voilà... ;-)

Capirete per semplice logica come "i sedicenti esperti" (così ci etichettano per screditarci e continuare a BABBIARVI) dell'informazione finanziaria indipendente (selezionando bene) possano "persino" essere molto utili&predittivi...
mentre capirete come gli esperti "non sedicenti" istituzionali possano essere ........................

mercoledì 18 maggio 2016

Mamma Unicredit inizia ad avere qualche serio mal di pancia...e la figlia Fineco come sta?

C'era una volta la corazzata Unicredit che avrebbe dovuto garantire gli aumenti di capitale delle varie banche "semi-fallite" a rischio bail-in....come Pop. Vicenza e Veneto Banca, tanto per incominciare...il tutto insieme alla corazzata Intesa San Paolo.
Poi un giorno Unicredit chiama Padoan e 'ie fa: 
"anvedi ao' ... io cor cazzo che garantisco gli AdC di 'ste banchette fallite che poi me becco la peste e la rogna e facciamo effetto domino ed uno scatafascio..."
Padoan allora in tutta fretta partorisce il Fondo Atlantino che doveva essere "da ben" 6mld (vs. 350mld di sofferenze bancarie) ed è venuto solo da 4mld....che stanno già svanendo tutti solo su Pop Vicenza e Veneto Banca...
Però almeno Atlantino ha cercato di spalmare la m... non solo su Unicredit ed Intesa San ma in modo un po' più condiviso...
Nel caso non sapessi cos'è...ma ti occupassi solo di no-Triv e del rischio di estinzione della foca monaca.....vedi la mia analisi sul Fondo Atlante che usa termini tecnici già dal titolo...;-)
Non salverà dall'estinzione la foca monaca ma potrebbe salvare dall'estinzione i tuoi risparmi...
Fondo Atlante di 'sta minkia: Popolare-spolpata di Vicenza edition (l'estinzione degli Italopitechi prosegue spedita...)
Intanto però....
Cosa sta succedendo ad Unicredit?
Continua a scendere........................................

martedì 17 maggio 2016

Il territorio (sempre più) Inesplorato: "QE for People"...salvezza o "bufala"?

I "rettiliani dell'altra dimensione" del FIAT Money
= moneta fiat = si intende uno strumento di pagamento non coperto da riserve di altri materiali (ad esempio: riserve auree) e quindi privo di valore intrinseco (anche indiretto)...
...iniziano a parlare di QE for People...
ovvero stampare moneta e gettarla con l'elicottero direttamente "tra la gente" (by-passando le banche...ah ah ah!...scusate mi è scappata...)
per tentare di stimolare consumi, investimenti e (perchè no?).....anche gioco d'azzardo, andare a zoccole e cazzeggio mistico...
(MAI dimenticare la componente di base dell'economia = la NATURA umana che è sempre quella...mentre ormai "ci facciamo le piste" nel Mondo delle masturbazioni economico-mentali...).

Più avanti nel post invece vi parlerò di cose molto più terra a terra...
ovvero...
per quanto la Bolla Galattica riuscirà a tamponare la sostanziale insolvenza di un sistema bancario a riserva frazionaria (leva anche 50x = 1 euro reale rispetto a 50 euro sparati in giro) ed un sistema di debiti pubblici sempre meno sostenibile....il tutto in un Mondo a "Crescita" sempre più ridotta?
Per quanto un sistema di derivati sintetici in leva dei quali (sostanzialmente) si è perso il controllo potrà essere sostenuto da una Bolla FIAT Money anche se estesa in forma estrema e "pseudo-populista"?
Perché il problema rimane sempre lo stesso
= la sempre più concreta possibilità di PERDITA DEL CONTROLLO
da parte e di un sistema Centralistico by Banche Centrali...
su un sistema "financial-oriented" sempre più Virtuale/in leva/complesso
e su un'economia reale che ormai è sempre più un remoto "sottostante", che trova però forza&verso nelle Bolle Finanziarie/Monetarie.
NON perdere il mio post: Il nuovo Paradigma della "Crescita" = Bolle&QE

Non che escluda del tutto la possibilità del QE for People
ovvero di una ulteriore escalation del SOCIALISMO CENTRALIZZATO delle Banche Centrali ibridato con un CAPITALISMO finanziarizzato globale/trasversale = il peggio del peggio per i più ma super-succoso per i pochi...
Perché solo UN IDIOTA FUORI DAL MONDO
potrebbe veramente credere che in un sistema controllato dalla Finanza Globale e dalle Banche............................

lunedì 16 maggio 2016

Verso il DEFAULT dell'Italia: aggiornamenti dal Mondo Reale (mentre il 95% continua a vivere in un'altra dimensione)

Prima di tutto chi non l'avesse ancora fatto
si legga BENE il mio post FONDAMENTALE
31 Ottobre 2019 = DEFAULT DELL'ITALIA (M-A-T-E-M-A-T-I-C-O...o quasi....)
così capirà meglio cosa significhi concretamente
la sempre più probabile e prossima
BANCAROTTA DELL'ITALIA ...(e di conseguenza del suo sistema bancario)
Dunque (forse...) capirà anche quanto sia surreale per esempio stare a fare il tifo pro o contro Pizzarotti (nel contesto delle beghe interne di un Movimento come M5S il cui sfaldamento è iniziato dopo la morte di Casaleggio)
o perdere tempo dietro ad altre 1000 cose irrilevanti da "viziati decadenti radical chic" mentre si è sull'orlo del baratro...
Tanto per tornare all'esempio del momento...
è veramente "straniante" vedere il livello dei commenti che si trovano su Facebook sotto ai post di Pizzarotti o di Di Maio....
che mostrano per l'ennesima volta come la maggioranza del Popolo Italiano sia del tutto inconsapevole della situazione da pre-bancarotta e viva in un'altra dimensione...

Il Risveglio sarà durissimo ma forse anche salutare.
Infatti ormai sono convinto che il DEFAULT dell'Italia oltre che un macello...
sia anche l'unica soluzione ................................

sabato 14 maggio 2016

Ho appena comprato il biglietto di andata per Lisbona - Viaggio Esplorativo di Gruppo 9-12 giugno (non ho comprato il biglietto di ritorno...)


Alcuni giorni fa ho comprato il biglietto di andata per Lisbona....



Non mi piace mai comprare il biglietto di ritorno... ;-)
Devo ancora decidere...potrei anche non tornare più... ;-)
o ri-partire direttamente per il Myanmar con un gruppo di arditi globalist... ;-)

Il Gruppo di Esplorazione è già formato
ma ci si può sempre aggiungere.
Scrivetemi a lagrandecrisi2009@gmail.com
vedi i miei post:
Il periodo in cui Io e Paolo (Mercato Libero)
rimarremo a Lisbona è il seguente
dalla sera di Giovedì 9 giugno
al pomeriggio-sera di Domenica 12 giugno.

PROGRAMMA

- Venerdì 10 giugno verrà dedicato a capire i notevoli vantaggi fiscali e della relocation (attraverso un incontro con un primario studio di fiscalisti)
Visto che le soluzioni extra-UE non sono alla portata di tutti...è però possibile trovare buone occasioni di differenziazione/relocation anche all'interno della UE.
REGIME PER RESIDENTI FISCALI NON ABITUALI IN PORTOGALLO
A seguito del riconoscimento da parte delle autorità fiscali portoghesi dello statuto di residente fiscale non abituale, i contribuenti che si trovino in queste circostanze acquisiscono il diritto ad essere tassati come residenti non abituali per un periodo di 10 anni consecutivi..........
(Fonte Ambasciata Portoghese in Italia) ....Il Portogallo negli ultimi anni .........................

venerdì 13 maggio 2016

Il mio incontro con "una bella persona": Chiara Appendino, candidata sindaco M5S per Torino

Come vi ho anticipato in un mio post di qualche giorno fa
questo mercoledì sera ho partecipato ad un incontro ad inviti con Chiara Appendino, candidata sindaco M5S per Torino.
Sono stato invitato come top-blogger/influencer insieme ad una quindicina di persone altamente qualificate nei loro settori professionali di competenza (finanza, assicurazioni, studi legali/commercialisti, media etc)
Organizzatore ed abile moderatore dell'evento è stato Marco Lazzarino, persona da tempo attiva nel panorama politico della città e che semplicemente "ha Torino nel cuore"...
Per l'evento ha messo a disposizione casa sua e la confortevole ospitalità prevedeva anche ottimi salatini e spritz a volontà...

Io in effetti mi trovavo ad essere "un po' esterno" rispetto al Gruppo che era molto concentrato (giustamente) su Torino, mentre il mio Blog si dedica soprattutto a tematiche macro-globali, finanziarie o comunque a livello (fall-)italiano....

Ho avuto comunque occasione di conoscere meglio Chiara Appendino, di fare domande e di farmi una breve chiacchierata a due.
Ecco un breve resoconto.

Prima di tutto bisogna sfatare il mito che M5S sia .................................

giovedì 12 maggio 2016

Il segreto di Pulcinella di Fineco&della Banda dei Supereroi del CET1 (tra parentesi...perchè si rischia persino di PIU' in caso di bail-in)

Il mio post FALLI-FINECO: LA BANCA CHE IN REALTÀ E' UN GRANDE HEDGE FUND NON DIVERSIFICATO
ha fatto letteralmente il giro della rete (siamo arrivati ad oltre le 15mila letture e centinaia di condivisioni).
Però la prima analisi sulla quale ho costruito la mia è di Mercato Libero come specifico anche nel mio post.

Naturalmente da fonti istituzionali, bancarie ed italopiteche ci è arrivato giù di tutto...
sedicenti esperti, fonti non autorevoli, ma tu stai dietro ai blog? terroristi...catastrofisti....ma tanto le banche non possono fallire... etc
Naturalmente chi non è del tutto lobotomizzato
sa benissimo che le mitiche "Fonti Autorevoli" da anni sono quei Top Manager delle banche che ti tranquillizzano = "nessun problema sulla nostra banca: è solidissima"...e poi 3-6 mesi dopo i clienti di quella stessa banca perdono tutto o quasi... (nel mio blog trovate anche i numerosi esempi concreti di balla vs. esito esattamente contrario...)
Le fonti autorevoli sono anche le autorità di vigilanza che non vigilano (chiedetevi come mai....)
od i Ministri Finanziari/Presidenti del Consiglio che ti tranquillizzano e poi catacrash!!!


Vabbè...è normale... fa parte delle regole del gioco
= si tenta sempre di screditare
CHI FA INFORMAZIONE VERAMENTE INDIPENDENTE
soprattutto se rischia di aprire gli occhi su questioni anche solo SCONTATE ed EVIDENTI
ma che non si vogliono far vedere...

Non perdere anche l'operazione VERITÀ su Banca Fideuram
e su tutte quelle della Banda dei SUPER-EROI DEL CET1 = io sono banca più sicura e con più super-poteri delle altre
E tu vatti a fidare (ciecamente) (anche) di Fideuram...
.....Dunque un primo criterio per poter scegliere una banca italiana in base ad un criterio di SOLIDITA’ è quello di controllare il suo CET1 Ratio. La Tabella qui sotto ci indica le variazioni avvenute nel sistema bancario italiano proprio a riguardo di questo parametro essenziale.
Fideuram è sempre tra le primissime posizioni della classifica e quindi assolutamente da considerare tra le più solide Banche d’Italia.....

Comunque se volete anche la conferma da parte di fonti autorevoli
del SEGRETO DI PULCINELLA....
ecco qui:
Banca Imi promuove Fineco, ma ha troppi bond Unicredit
Milano Finanza 13 Aprile 2016
Con un report pubblicato stamani, Banca Imi ha iniziato la copertura del titolo Finecobank.....
"Riteniamo che Fineco sia una buona scommessa sulla digitalizzazione e sulla crescita dell'asset management in Italia", afferma Banca Imi......
Ma non mancano i rischi. "Il principale per la società è la significativa esposizione ai bond di gruppo: al 31 dicembre deteneva 11,5 miliardi di bond Unicredit che rappresentano il 60% dei suoi attivi di bilancio e sono utilizzati per investire la maggior parte della liquidità dei clienti", nota Banca Imi..................
Uaooooo che diversificazione efficiente ed articolata ehhhhh (con i soldi dei clienti)
Che controllo del rischio....;-)

Ma andiamo vedere nella spiegazione di MERCATO LIBERO
perchè UGO....
correntista della Banda delle Banche SUPER-EROI del CET1
rischia persino di PIU' 
in caso di BAIL-IN............................................

Ed il DEFAULT dell'Italia inizia ad andare "mainstream"...


Aggiornamento delle ore 12.35
Il sempre più prossimo DEFAULT di FallitaGlia preannunciato dal sottoscritto
ormai diventa sempre più "mainstream"....
Lasciate perdere i toni no-euro talebani delle fonti qui citate (invece che euro-critico-razionali)
tanto ormai l'Italia farebbe DEFAULT anche FUORI dall'Euro...e di corsa anche...
ma concentratevi piuttosto sull'INSOLVENZA prossima ventura...
AMBROSE EVANS PRITCHARD SUL TELEGRAPH: ''L'ITALIA O MANDA ALL'INFERNO L'EURO O IL PAESE PRECIPITA NELL'INSOLVENZA''
LONDRA - "Il tempo stringe per l'Italia, bloccata in una deflazione da debiti e alle prese con una crisi bancaria che non puo' affrontare con i vincoli dell'unione monetaria", scrive l'autorevole giornalista Ambrose Evans-Pritchard, editorialista del quotidiano britannico The Telegraph.

"Dal picco della crisi - prosegue Evans Pritchard - come ha ricordato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, il prodotto interno lordo si e' ridotto del 9% e la produzione industriale del 25%. Ogni anno la percentuale del debito rispetto al Pil sale: 121 per cento nel 2011, 123 nel 2012, 129 nel 2013, 132,7 nel 2015. Lo stimolo della Banca centrale europea svanirà prima che l'Italia riuscirà a uscire dalla stagnazione.....La finestra globale si sta chiudendo".

.....L'Italia precipiterà in una nuova crisi, forse all'inizio dell'anno prossimo, con tutti gli indicatori macroeconomici peggiori rispetto al 2008 e metà paese sull'orlo della rivolta politica".
"L'Italia e' enormemente vulnerabile................
---------------------------------------------
Ed ecco che il DEFAULT (concordato&parziale) dell'Italia
da me previsto in un mio post che ha fatto il giro della rete
(non l'avete ancora letto? Avete fatto molto male...)
31 Ottobre 2019 = DEFAULT DELL'ITALIA (M-A-T-E-M-A-T-I-C-O...o quasi....)
inizia ad essere elaborato anche in una "teoria generale maistream" ....
(Mario Deaglio è economista, scrive sull'Economist, Sole24ore, La Stampa etc, è il marito della Fornero ed ha scritto libri con Mario Monti...)
Deaglio: la via d'uscita è il "default programmato"
giovedì 12 maggio 2016
«La via d’uscita dagli attuali livelli di debito è il default programmato attraverso un accordo tra i vari Paesi del mondo.
I termini di restituzione dei titoli di Stato possono essere procrastinati in modo da consentire ai vari governi di utilizzare le risorse disponibili per stimolare l’economia».
È la proposta di Mario Deaglio, professore di Economia internazionale........................................

martedì 10 maggio 2016

Metti, una sera a cena...con Chiara Appendino (candidata sindaco M5S per Torino)

Questo mercoledì sera parteciperò ad un incontro ad inviti
con Chiara Appendino, candidata sindaco M5S per Torino.
Sono stato invitato come top-blogger/influencer e saremo al massimo in 15.
Dunque ci sarà molto spazio per parlare con Chiara.
Pertanto se volete sottopormi domande/proposte&spunti su Torino, fatemi sapere e magari avrò spazio di parlarne.
Potete mandami una e-mail a lagrandecrisi2009@gmail.com
Qui il programma della Appendino:
http://www.chiaraappendino.it/programma/

In realtà stavo per non accettare l'invito,
perchè come sapete sono convinto che nessuna forza politica oggi votabile
sia in grado di invertire il Declino Strutturale Italiano (nemmeno M5S)..........................

lunedì 9 maggio 2016

E tu vatti a fidare (ciecamente) (anche) di Fideuram...

Il mio post su FINECO dell'altro giorno
ha fatto letteralmente un boom di letture
nonché il giro della rete...
Chi non lo avesse ancora letto segua il link
FALLI-FINECO: LA BANCA CHE IN REALTÀ E' UN GRANDE HEDGE FUND NON DIVERSIFICATO

Adesso andiamo ad analizzare l'altro "gioellino" italiano
considerato da tutti iper-sicuro
= BANCA FIDEURAM
anche se ha lo stesso vizietto di FINECO
e di tante altre banche che fanno da Cash Cow alla Capogruppo
ma è un vizietto rischioso che NON viene evidenziato...e che viene nascosto dietro al mitico CET1 = l'ultima moda tra gli "indicatori" di solidità/affidabilità di una Banca, che ha rimpiazzato gli indicatori che andavano di moda nelle collezioni autunno-inverno primavera-estate precedenti.... ;-)
Le "mode" sugli indicatori di "solidità" sono un po' volatili e fru-fru...
meno che per CHI le spaccia come "scudi sicuri al 100%"
e per CHI ci crede crede ciecamente e/o ci vuole credere...
fino al giorno in cui ... uhi uhi... ;-)

Prima però alcune doverose premesse:

1. Non si vuole assolutamente fare terrorismo finanziario ma solo Informazione indipendente evidenziando alcuni RISCHI/CRITICITÀ che altrove non vengono sottolineati e/o vengono dissimulati (chiedetevi il perchè....)
Dunque con questi post non voglio dire che FINECO o FIDEURAM saltino per aria domattina
e/o che chi ha sopra un po' di risparmiucci debba scappare a gambe levate.
In modo molto PIÙ PRAGMATICO e prudenziale
invece la morale è sempre la stessa che vi ripeto da anni:
considerando il contesto della mega-Bolla Globale e le enormi criticità specifiche di FallitaGlia
è MOLTO RISCHIOSO tenere tutti i propri risparmi solo su una singola Banca
ed è MOLTO RISCHIOSO tenere tutti i risparmi solo sul sistema bancario italiano...
Pertanto è buona norma diversificare su più banche e soprattutto anche su banche extra-UE.

2. Ficcatevelo in testa: NON ESISTE UNA BANCA CHE NON PUÒ FALLIRE tanto più in FallitaGlia....
Tutto il sistema Bancario mondiale ha enormi criticità anche se in forme differenti e sono spesso le stesse criticità del 2008-2009 post crack-Lehman Brothers...però le Banche Centrali le hanno tamponate (per ora...).
Ma come vi ripeto da secoli... conta la POTENZA DI FUOCO di cui dispone UNA NAZIONE per difendere il suo sistema Bancario... 
Gli USA se vogliono calano 1000 miliardi (ed anche 10 Portaerei...) e nessuno gli dice beh...
la Germania se vuole cala 400miliardi e nessuno gli dice beh...
l'Italia con il fondo "Atlantino" è riuscita a calare 4 miliardi bagnati... dunque fate voi... ;-)

3. Perché anche le Banche (relativamente) più SOLIDE
invece di fare IL MEGLIO per proteggere i propri clienti differenziando ben bene gli investimenti...
si vanno a sovraesporre su una marea di Bond della Capogruppo facendo da Cash Cow?
Ed è tutto assolutamente LECITO
= interrogatevi dunque sull'efficacia delle cosiddette REGOLE "a monte"...
IO COME INVESTITORE ACCORTO/ESPERTO
NON AVREI MAI FATTO...........................................

domenica 8 maggio 2016

DRAGHI E LA BCE VOGLIONO DISTRUGGERE I VOSTRI RISPARMI

Che posso dire?...Analisi magistrale.
Punto.
Ma visto che proviene dalla blogosfera economico-finanziaria (indipendente)
ovvero da una fonte nel suo insieme "non autorevole" ... ;-)
nonché frequentata da sedicenti esperti (catastrofisti),
NON leggete questa analisi...perché correte persino il rischio di diventare un po' più CONSAPEVOLI...
e dunque di iniziare a credere un po' di meno alle "fonti autorevoli" ed agli esperti "non sedicenti"...;-) 


N.d.R. Magari fosse solo colpa della BCE...
In realtà tutte le principali Banche Centrali del Mondo da anni stanno pompando la più Grande Bolla Globale della Storia Umana QE+ZIRP+NIRP = stampa-che-ti-passa+Tassi a zero+Tassi sotto zero...)

DRAGHI E LA BCE VOGLIONO DISTRUGGERE I VOSTRI RISPARMI

Negli ultimi quattro anni la banca centrale europea ha tentato di tutto per produrre crescita e inflazione ma ha ottenuto l’esatto contrario: meno crescita e più deflazione.
Dopo quattro anni dal famoso whatever it takes, Mario Draghi è al punto di partenza.
Il presidente, per perseguire l’obiettivo dell’inflazione del 2% ha ridotto il tasso di interesse non una volta, non due, neppure tre ma ben quattro volte e infine li ha portati sottozero.
Ha ampliato il quantitative easing da 60 a 80 miliardi di titoli pubblici e ora ci prova con i corporate bonds emessi da società non finanziarie, controllate per giunta da società estere, le quali vista la convenienza a comprare euro per indebitarsi a tassi infimi, lo stanno rivalutando.
La svalutazione della moneta unica proprio non gli è riuscita: l’inflazione ufficiale nell’eurozona è negativa (-2%).
Un fiasco completo.
«Entrata nella tana del coniglio, Alice precipita in un buco profondo senza punto riflettere come mai avrebbe fatto per riuscirne fuori».
 Purtroppo non siamo nel paese delle meraviglie ma nel mondo reale e al fondo della tana non ci aspetta un’avventura fantastica ma l’incubo.
Si tratta ora di capire quanto è profonda la tana, anzi la trappola in cui il coniglio Draghi ci ha fatto precipitare.
Innanzi tutto, perché questa ossessione dell’inflazione?
Crede Draghi che facendo pagare di più il carrello della spesa ai consumatori metta l’economia sulla strada della crescita?
Crede che l’inflazione produca occupazione?
Se il raggiungimento dell’inflazione fosse il vero problema dell’eurozona ci sarebbe un metodo infallibile per crearla subito..............................

venerdì 6 maggio 2016

Ora Veneto Banca è davvero a rischio....(ma daiiii???!! Ed il sempre più probabile effetto DOMINO?....)

Ora Veneto Banca è davvero a rischio
Al termine di una lunghissima e infuocata assemblea, gli azionisti hanno eletto con una maggioranza che sfiora il 60 per cento la lista antagonista a quella del presidente Bolla e che esprimeva anche l'attuale amministratore delegato Carrai, lista che ha ottenuto il 37 per cento,
e ha dato, quindi, all'avvocato Stefano Ambrosini, ex commissario straordinario dell'Alitalia, la carica di presidente della disastrata Banca Veneta e dodici posti nel nuovo consiglio di amministrazione della banca.
La sorpresa è aumentata dal fatto che da parte degli uomini e delle donne della vigilanza presso la Banca Centrale Europea c'era stato nei giorni scorsi un intervento a banca tesa che ammoniva che sarebbero stati esaminati con grande rigore i requisiti di professionalità e onorabilità degli eletti nel nuovo consiglio di amministrazione della banca veneta, lasciando trasparire il sospetto, espresso a gran voce dall'ormai ex presidente Bolla che ha dichiarato che le due liste che appoggiavano Ambrosini erano infarcite di clienti della banca che dovevano alla stessa una cifra complessiva nell'ordine di centinaia di milioni di euro (938 di cui 738 a vario titolo a rischio e spesso concessi senza garanzie) crediti per i quali in molti casi non si sarebbe proceduto, nella molto discussa gestione Consoli precedente a quella di Bolla, con la solerzia e l'impegno dovuti ad un'attività di recupero crediti.
Ho scritto più volte in queste settimane delle due alquanto traballanti banche venete,
ma, mentre per la Banca Popolare di Vicenza c'è la soluzione rappresentata dal Fondo Atlante che ha investito un miliardo e mezzo di euro per entrare in possesso del 99,33 per cento del capitale e rivolterà quella banca come un calzino,
nel caso di Veneto Banca quello che si apre, per usare le parole del neo presidente Ambrosini è un percorso ad ostacoli da compiere per di più avendo lo status di "vigilati speciali" da parte della ben poco accomodante vigilanza della BCE che controllerà le loro mosse passo passo, 
in particolare in vista di quell'aumento di capitale da un miliardo di euro per il quale la CONSOB ha inviato ieri una lettera nella quale si intima alla banca di avviare le procedure entro una settimana.
Se la regione Veneto fosse una nazione, il suo sistema bancario sarebbe già bello che fallito, ma per fortuna fa parte dell'Italia che, a sua volta, è nell'Unione europea e nell'eurozona, ma se i nuovi amministratori di Veneto Banca si illudono di avere sconti hanno fatto male i loro conti, perché non è più tempo di queste manovre all'italiana, spesso orchestrate per evitare che si riesca finalmente a scoprire gli scheletri nell'armadio...........
Diario della crisi finanziaria by marco sarli

Ho passato la Parola ad altri...che riassumono bene la situazione particolare
ma che come al solito del CONTESTO GENERALE
non capiscono una mazza e/o non hanno il coraggio di farlo.
Fanno informazione che magari evidenzia bene i problemi particolari
ma NON la Mxxxx generale di riferimento...di FallitaGlia nel suo insieme...

Veneto Banca dimostra per l'ennesima volta ....................................

Newsletter "Mondo a tassi sottozero": i fondi pensione ormai si lanciano su whisky&formaggi....

Inviata ieri sera la Newsletter "Brainstorming in un Mondo a Tassi Sottozero"
riservata solo ai sostenitori attivi di questo Blog&dell'informazione indipendente attraverso libere donazioni
(non campo certo di questo...ma è una questione di principio)

Se vuoi iscriverti anche tu, segui le istruzioni che trovi in questo post:
Weidmann batte Visco 3-0 (intanto inviata la prima newsletter: "Brainstorming" ai tempi dell'ABERRAZIONE dei tassi in negativo...) 

Ecco un breve estratto "frammentato" della newsletter inviata:
Mondo a tassi sottozero: i fondi pensione ormai si lanciano su whisky&formaggi (allo stesso tempo non perdetevi il viaggio di Gruppo a Lisbona il 9-12 Giugno)

Cari amici........come vi avevo anticipato fin dall'inizio
in questa Aberrazione di un Mondo sempre più a tassi sottozero (vedi le mie analisi precedenti inviate via newsletter)
come reazioni opposte ma complementari..............................................

giovedì 5 maggio 2016

LISBONA 9-12 GIUGNO: Quello che conta veramente non è la Destinazione ma il Viaggio (e soprattutto ATTIVARSI...)

Mentre dal Gruppo che negli anni si è consolidato attorno al mio Blog
sono arrivate varie e-mail di manifestazione di interesse per il viaggio esplorativo a Lisbona che illustravo nel mio post  "Lisbon Story": Viaggio esplorativo di Gruppo - Giugno 2016
da Facebook dove tutti sono buoni soprattutto a parlare/sfogarsi ma non ad agire...nulla di nulla....
Solo osservazioni del tipo
"ma siete sicuri? Che il Portogallo a conti pubblici non sta bene..."
"ma io cosa vengo a fare che non ho molti soldi da investire" .... "ma non sarebbe stata meglio la Spagna?" .... "ma siete sicuri sia la destinazione ideale"...
Vedete...a stare sempre a rincoglionirsi su FB
si perde la vera dimensione ed il vero valore del Reale:
in queste iniziative di Gruppo
quello che conta più ancora della DESTINAZIONE è il VIAGGIO,
è fare brainstorming, è fare networking, è fare click tutti insieme, è fare esperienza e condivisione di esperienze...
ma soprattutto sarà DIVERTIRSI in una città bellissima ed affascinante,
aprendo le proprie menti oltre a FallitaGlia e togliendosi le ragnatele di dosso.
Poi magari..................................

I "sedicenti esperti" sapete che vi dicono?....

I "sedicenti esperti" sapete che vi dicono?.... ;-)

Quando si parla di DEFAULT dell'Italia
31 Ottobre 2019 = DEFAULT DELL'ITALIA (M-A-T-E-M-A-T-I-C-O...o quasi....)
e/o di possibili rischi sistemici sulle Banche
FALLI-FINECO: LA BANCA CHE IN REALTÀ E' UN GRANDE HEDGE FUND NON DIVERSIFICATO
ecco che un sacco di gente si innervosisce...
e dunque entra in fase "negazionista" e di screditamento del dito che indica la Luna...
Ecco alcuni classici...
"ma se guardi su google ogni anno sedicenti esperti l'hanno previsto 2011 2012 etc ma non è mai successo" ....
"ma quale default? al massimo la patrimoniale" ....
"ma state dietro a 'sti blogger catastrofisti?"
etc

IO INVECE IN TUTTA LA MIA MAGNIFICENZA DI SEDICENTE ESPERTO ;-)
LO CONFERMO E RIBADISCO:
IL DEFAULT DELL'ITALIA E' INEVITABILE,
SOLO QUESTIONE DI TEMPO
E DOVENDO DARE UNA DATA = DAL 31 OTTOBRE 2019 IN POI (scadenza mandato di Draghi)
Naturalmente la mia è solo una Ipotesi che si basa su una serie di variabili e di previsioni,
Si basa insomma su un certo contesto
=
se tale contesto non cambierà,
allora il Default sarà probabilissimo (in forma parziale e controllata).
Se invece qualche variabile dovesse cambiare in modo radicale
allora aggiornerò la mia previsione di conseguenza.
Mica sono Nostradamus...e nemmeno un Guru...
faccio solo analisi razionali, competenti e soprattutto indipendenti... tutto qui...niente di più e niente di meno...

Allo stesso tempo un sacco di gente STA GIÀ PERDENDO TUTTI I PROPRI RISPARMI (o QUASI) su varie banche italiane...e la lista man mano si allunga...ma ssstttt...continuare a fare gli struzzi....

Aggiungo alcune osservazioni.

1. Il default parziale/concordato NON viene escluso dall'Ipotesi di una patrimoniale straordinaria...anzi..........................

mercoledì 4 maggio 2016

FALLI-FINECO: LA BANCA CHE IN REALTÀ E' UN GRANDE HEDGE FUND NON DIVERSIFICATO

Prima di lasciarvi all'analisi BOOM di Mercato Libero
che fa INFORMAZIONE INDIPENDENTE
perchè fa aprire gli occhi e fa riflettere
NON a babbo morto ma IN ANTICIPO....
(la trovate al fondo del mio post)
eccovi solo alcune mie osservazioni preliminari...

1. FINECO è una banca dotata di piattaforma on-line fenomenale, un gioiellino: io sono uno dei primi correntisti storici e ci feci trading di successo per anni, i mitici arbitraggi sulle OPA e tanto altro...Perché su FINECO si può fare in modo efficiente/innovativo proprio di tutto:
banking con 100 servizi all'avanguardia, trading avanzato, semplici operazioni di investimento un po' su tutti gli asset etc... il tutto a costi molto competitivi.
Pertanto in caso di problemi indubbiamente ci sarebbe "la fila" a rilevare FINECO ma okkio comunque a cosa ci STA sotto ad una "piattaforma" tra le top al Mondo...

2. Se uno ci tiene sopra qualche decina di migliaia di euro non è che se la deve fare sotto dopo aver letto l'analisi che segue...
però bisogna comunque aprire gli occhi per capire che in un sistema MARCIO fino al midollo come FallitaGlia NON ci sono banche veramente sicure
tanto più perchè entro il 2020 faremo DEFAULT (anche manifesto oltre a quello progressivo al rallentatore...)
31 Ottobre 2019 = DEFAULT DELL'ITALIA (M-A-T-E-M-A-T-I-C-O...o quasi....)
E' necessario dunque attivarsi con una diversificazione legale dei propri risparmi 
anche extra-Italia ed extra-UE, come consiglio da lungo tempo. 

3. Quello che fa girare veramente le balle è che persino un gioiellino come FINECO
in un sistema bancario italiano marcio ed inciuciato, con una vigilanza Bankitalia&soci inqualificabile (ed uso un eufemismo)
invece di fare IL MEGLIO per proteggere i suoi clienti differenziando ben bene gli investimenti...
si va a sovraesporre su una marea di Bond Unicredit facendo da Cash Cow della Capogruppo (UCG appunto)...ed è tutto assolutamente LECITO = interrogatevi dunque sull'efficacia delle cosiddette REGOLE "a monte"...(di certo non solo in Italia ma ovunque, solo che noi siamo in posizione molto più DEBOLE e dunque abbiamo molto meno potere di difendere le ns. Banche...solo quello pragmaticamente conta)
Insomma....manco fossimo di fronte ad un pensionato qualunque di Banca Marche .................................